Questo sito usa i cookies solo per facilitare la navigazione

Stampa
b_150_100_16777215_00_images_sampledata_cella.png

Referenti:

Durante l’anno della Misericordia indetto da Papa Francesco, è nata in seno al Consiglio Pastorale Parrocchiale, a seguito della riflessione sulle Opere di Misericordia, l’attenzione ai carcerati. Il primo segno è stato distribuire durante le Celebrazioni Eucaristiche le Particole preparate nel carcere di Opera, leggendo in Chiesa la lettera di accompagnamento, molto toccante, preparata dai carcerati coinvolti. Il gruppo di servizio è composto da 25 volontari che, accompagnati dai cappellani delle carceri in un percorso di formazione di due anni, si pone l’obiettivo di offrire una testimonianza di Chiesa all’interno del carcere. Parallelamente sono iniziate piccole attività di accompagnamento alle famiglie dei carcerati e di sensibilizzazione per raccogliere indumenti e altri accessori non forniti dall’amministrazione carceraria.

Don Guido sottolinea come la Comunità, in generale, risponde alla sensibilizzazione con cose e denaro; un po’ meno con il proprio tempo. Le offerte in occasione delle sepolture sono destinate al Centro di Ascolto e al volontariato in carcere; inoltre le notizie buone che ci sono vengono pubblicate sul foglietto di informazione mensile, poiché fa bene sentire il positivo che esiste intorno a noi.