Questo sito usa i cookies solo per facilitare la navigazione

parole al cuore

Carissimi parrocchiani e amici,

"Occorre rivestire di speranza questo Natale", diceva un vescovo nell'omelia di Natale che ho seguito in TV. 

Condivido e aggiungo ”Occorre rivestire di speranza il nuovo anno che inizia”. O forse occorre impregnarlo di speranza... impregnarci di speranza!

Speranza non è l'ottimismo di carattere (che non tutti hanno), ma una dimensione profonda dello spirito umano che - non ne siamo abbastanza consapevoli - possiede energie inimmaginabili di ripresa. 

Siamo segnati dal passato ma capaci di futuro.
In tutti è deposto un possibile germe di risurrezione.

Purché non viviamo da ”solitari” ma da ”solidali”. Purché smettiamo di stare sempre allo ”specchio” di noi stessi ma apriamo ”finestre" verso l'Alto  e verso l'altro.
Sì ...meno specchi e più finestre aperte, nel nuovo anno! 

Da mesi sperimentiamo che siamo tutti interconnessi nella pandemia che ci ha piegati. Si tratta ora di essere interconnessi in una solidarietà che ci rialzi. 

Sarà nuovo questo anno se la mente si aprirà a dimensioni universali e se il cuore sarà capace di ospitalità verso chi fa più fatica a vivere. 

Abbiamo visto troppa morte …per non amare la vita!

Abbiamo visto troppe sofferenze …per non aprire il nostro cuore!

La politica avrà molto da fare per ”sciogliere” problemi enormi che si sono induriti. Ma soprattutto la testa che pensa e il cuore che ama saranno chiamati a ”sciogliersi” in una voglia di futuro che ha sempre caratterizzato i tempi di crisi.

Dire crisi vuol dire ...rischio e opportunità.
Vivere solo col timore del rischio... blocca ogni energia. Vivere la crisi come opportunità nuova... libera energie di vita. 

Mi piace pensare il nuovo anno come un'agenda di 365 pagine ancora da scrivere. Scriviamole insieme.
Scriviamole lasciando guidare la nostra mano dalla mano di Dio, che non si sostituisce alla nostra ma la sostiene e la orienta nella libertà e nella responsabilità. 

Bello iniziare l'anno sentendo rivolta a noi personalmente la Grande Benedizione che ogni anno a capodanno ci è donata:

"Ti benedica il Signore e ti protegga
Il Signore faccia brillare il suo volto su di te e ti sia propizio
Il Signore volga su di te il suo sguardo e ti dia pace” 

Si racconta: ...la nave era sbattuta dalle onde. Tutti gridavano al si salvi chi può. Solo un bambino sulla nave stava sereno e tranquillo. “Che fai? Non hai paura? Non vedi che affondiamo?“ gli chiedono. "Paura? No ...perché? Al timone della nave c'è mio papà” 

Si, al timone della nostra vita c'è Lui, nostro Papà! 

Ma ...tocca a noi ”remare” insieme e con Lui. Lui per remare ha bisogno di noi.
Noi per remare abbiamo bisogno di Lui. 

Ecco l’augurio mio e di don Francesco: un anno più insieme. Con Lui.  E con gli altri. 

E cosi lo rivestiremo di speranza. 

Con affetto grande 

Don Guido 

P. S. Concludo così questi momenti di comunione che ho potuto vivere non di presenza ma non meno intensamente. Anche attraverso questi messaggi del cuore che vi hanno raggiunto attraverso il sito della parrocchia (ancora grazie a chi l'ha curato) o via mail. 

Ho sentito tanto la presenza di Dio ”in diretta", ma l'ho sentito tanto anche attraverso voi. Siete stati e siete un Dono di presenza amica. Ancora grazie!

P. S. 2 Ho scritto questo mio augurio a voi tutti in attesa dell’esito del tampone che è ancora… positivo! E dire che ho sempre ringraziato Dio per essere “positivo” per natura! E non dovrei ringraziarlo anche questa volta?
Anche perché mi sento bene. Ci vuole ancora un momento di attesa.
Sereno io. Sereni voi.
A capodanno facciamoci un brindisi e regaliamoci un Padre Nostro reciproco!!!

P. S. 3 Con cuore aperto oso dirvi: accetto sms, mail ...e li leggo ma ...non rispondo, se non con il cuore che rilancia messaggi di gratitudine. Sentiteli!  E comprendetemi.
Rispondervi sarebbe un atto di amore, certo, ma non voglio diventi... un lavoro.
Scusatemi.

Contattaci

Tel.: +39 011 599233
Fax: +39 011 593006
Email: segreteria parrocchiale
Email: amministrazione parrocchiale
Website: www.parrocchiacrocetta.org
corso Einaudi 23 - 10129 Torino TO
  C.F.: 975 25 13 0015
IBAN: IT62 S030 6909 6061 0000 0007699