Questo sito usa i cookies solo per facilitare la navigazione

Carissimi parrocchiani e amici,

la ripresa un po' incerta, ma decisa, della vita parrocchiale in queste settimane vede una serie di momenti di vita comunitaria che vorremmo portare a vostra conoscenza, perché possiate prendervi parte e vi facciate portavoce con i gruppi di appartenenza, con amici e conoscenti.

Sono tutte iniziative riportate anche sul sito della parrocchia (www.parrocchiacrocetta.org), nelle bacheche esterne della Chiesa e nel foglio informativo mensile. Ci perdonerete se è opportuno dare notizie “pratiche”, ma sono anch’esse parte della vita di famiglia della comunità.

  1. Il Papa desidera che – a cinque anni dalla sua pubblicazione - le comunità prendano o riprendano in mano l'enciclica LAUDATO SI'. Ne abbiamo parlato nel Consiglio Pastorale Parrocchiale, sottolineando come, forse, questo messaggio universale non sia stato ancora pienamente approfondito nelle sue radici bibliche e nel suo legame con la vita di tutti noi. L'enciclica è presente sul sito della parrocchia ed anche disponibile “in cartaceo” in sacrestia, assieme - a breve - alla enciclica "FRATELLI TUTTI", uscita in questi giorni.

    Ecco le prime iniziative legate a questa riflessione, quanto mai attuale, cui ci invita Papa Francesco.

    I MERCOLEDÌ DELLA BIBBIA IN OTTOBRE (14 - 21 - 28 alle ore 21 in chiesa ed in streaming, con collegamento dal sito della parrocchia) a commento del capitolo 2° della “Laudato Sì”, che contiene la parte biblica, fondamento della enciclica stessa. Relatore sarà il professor Paolo Mirabella (vedi volantino allegato)

    I GIOVEDÌ DELLA CROCETTA IN NOVEMBRE (5 - 12 - 19 alle ore 21 in chiesa e in streaming, sempre con collegamento dal sito della parrocchia) su tre temi che il gruppo #CrocettaperilCreato sta mettendo a punto e che presto vi saranno comunicati.

  2. Le direttive del Governo e della Regione Piemonte e della Diocesi per la tutela della salute, chiedono ancora un numero limitato di presenze alle varie celebrazioni in chiesa. Nella nostra chiesa circa 200 posti, non di più.
    E sempre con la cura, entrando, di controllare la febbre e di purificare le mani, oltre a tenere sempre la mascherina sul volto (naso e bocca). E con l'attenzione di sanificare la chiesa dopo ogni celebrazione (i volontari disponibili sono oltre 60 – più di 20 ogni Domenica - ma ne occorrerebbero ancora altri nei giorni sia festivi che feriali. GRAZIE a quanti generosamente, da mesi, offrono questo servizio e a quanti si renderanno disponibili).

  3. La frequenza, relativamente alta, alle Messe nella nostra chiesa ci ha indotti ad aggiungere una Messa festiva la Domenica (e nei giorni di festa) alle ore 19,30. Ma... non basta. In alcune Messe sostano decine di persone davanti alla chiesa.
    Da dicembre in poi, (terminate a fine novembre Prime Comunioni, Cresime, matrimoni, prime Confessioni, Battesimi di sabato pomeriggio) probabilmente, riprenderemo a celebrare una messa festiva anche il sabato, alle ore 16, per favorire anziani (e non solo) in questi prossimi mesi in cui fa buio presto.

    Ma... al di là di questo... avvertiamo in tanti tanta fatica, e anche insofferenza, nel dover temporaneamente (lo speriamo!) modificare consuetudini consolidate di partecipare alla “mia” Messa, nella “mia” chiesa, al “mio” posto. E pensare che in ottobre e novembre sarà ancora più impegnativo!
    La prossimità, come attenzione al prossimo, ad esempio a chi riceve il grande dono di un sacramento, passa anche attraverso piccole rinunce... nostri piccoli doni agli altri.

    Le CRESIME nel weekend 17-18 ottobre con celebrazioni
       - il sabato alle 12 -16 -18
       - e la Domenica alle ore 10 – 11,30 - 16

    e anche le PRIME COMUNIONI (probabilmente nel weekend 21 - 22 novembre e con orari simili) chiederanno un supplemento di adattabilità e di pazienza essendo quelle Messe occupate totalmente e solamente da cresimandi e comunicandi e loro strettissimi familiari; senza contare i 16 turni di Battesimo già previsti da ora a Natale, non ritenendo opportuno celebrare più di due battesimi per volta.

    Non scriviamo queste cose per passare noi preti per dei ...”poverini”! Lo facciamo - e volentieri! - per il bene della comunità, con il realismo richiesto da questo periodo di ripresa e di “recupero” di tante celebrazioni rimaste “sospese” nei mesi passati. Questo richiede però anche una presa di coscienza più matura da parte di chi pensa che tutto ormai possa tornare ad essere come prima.

  4. Anche la celebrazione delle Confessioni ha ripreso il suo ritmo di sempre, con la presenza di qualche confessore ogni giorno (gli orari si trovano nelle bacheche, sui confessionali, sul sito). Per motivi di tutela della salute non possiamo utilizzare, per ora, i confessionali. Per questo la cappellina dei bambini è temporaneamente adibita a luogo delle confessioni.
    Il che comporta la presenza di bambini (ben vengano!) in chiesa durante le Messe, con prevedibili momenti di “disturbo”. Chissà se la nostra comunità saprà maturare anche nell'accoglienza paziente dei più piccoli, memori della parola di Gesù “lasciate che i bambini vengano a me”? Pur chiedendo ai genitori l'accortezza di collocarsi nei pressi delle porte di uscita dalla chiesa o della sacrestia come via ...di fuga!

  5. Il catechismo sta riprendendo gli incontri a gruppi più piccoli (secondo la capienza concessa nelle varie aule) e a ritmi quindicinali e tutti i gruppi (ragazzi – giovani – adulti) hanno ripreso il loro cammino con tutte le attenzioni richieste.

  6. Anche l'impegno di manutenzione dei locali continua. Il ponteggio in chiesa dietro l'altare indica lavori in corso per il restauro del dipinto dell'abside dell'incoronazione di Maria Regina. Infiltrazioni di acqua nei decenni passati ne rendevano necessario un rigoroso restauro ora in corso.
    L'organo è stato completamente restaurato. La parte del cosiddetto “corale” in alto, a sinistra dell'altare, è momentaneamente inutilizzata per tutelarla dalla polvere del restauro del vicino abside.
    In primavera sono previsti i CONCERTI D'ORGANO di inaugurazione, che abbiamo dovuto annullare nei mesi della pandemia.

Ecco amici carissimi, alcune informazioni necessarie. Più importanti saranno le “riflessioni su questo tempo” che affideremo a un'altra lettera, meno tecnica e informativa della presente, ma sempre ciò che ci spinge a scrivervi è un sincero desiderio di vivere la vita comunitaria in sincera comunione.

Un grande augurio perché anche questo sia tempo di grazia, tempo di vita cristiana intensa, tempo di fede vissuta meno privatamente e più con la comunità. Con le piccole attenzioni d’amore reciproche che ciò comporta.

Con affetto grande, sempre

Torino, 8 ottobre 2020

+ don Guido e don Francesco

Contattaci

Tel.: +39 011 599233
Fax: +39 011 593006
Email: segreteria parrocchiale
Email: amministrazione parrocchiale
Website: www.parrocchiacrocetta.org
corso Einaudi 23 - 10129 Torino TO
  C.F.: 975 25 13 0015
IBAN: IT62 S030 6909 6061 0000 0007699