Questo sito usa i cookies solo per facilitare la navigazione

Indice articoli

Il servizio della Carità non si ferma - dic 2020

L’epidemia in corso e il conseguente blocco di quasi tutte le attività economiche ha avuto un impatto fortemente negativo sul tessuto sociale della nostra città. La crisi generata dalla chiusura del paese sta colpendo duramente le fasce più deboli della società, già molto provate, e sta precipitando nella povertà nuove categorie di persone che si trovano improvvisamente senza un lavoro ed un sostegno economico.

Per questo motivo la nostra Comunità non si è mai fermata e, pur nell’osservanza scrupolosa delle regole di contenimento dei contagi imposte dall’autorità pubblica, ha continuato a servire i bisognosi, anche attivando un coordinamento tra i servizi attraverso incontri “virtuali” con i mezzi di comunicazione informatici, che hanno consentito un costante confronto tra i volontari e la circolazione di informazioni sulle iniziative pubbliche di sostegno alle persone più in difficoltà.


Servizio di distribuzione dei pacchi alimentari

Il servizio prosegue la distribuzione mensile di generi alimentari ai nuclei bisognosi abitualmente seguiti, prendendo ogni precauzione per ridurre al minimo i rischi connessi all’epidemia in corso. Si cerca di garantire una distribuzione più frequente alle famiglie maggiormente in difficoltà, alcune delle quali continueranno ad essere aiutate anche dagli snodi territoriali, attivati nella nostra città con contributi pubblici, per contrastare l’emergenza alimentare causata dall’epidemia, ai quali erano state indirizzate durante la prima ondata epidemica di primavera.

A causa della pandemia sono state sospese, nei supermercati della zona, le periodiche collette alimentari, che costituivano una grande fonte di approvvigionamento per il nostro magazzino. In sostituzione, sono state attivate in autonomia alcune collette alimentari permanenti presso il Punto Simply del Vicolo Crocetta e il Carrefour di Via Colombo 43, con l’invito rivolto alla clientela ad acquistare alimenti in più, destinati espressamente a supportare il Banco Alimentare della Parrocchia della Crocetta. È stato possibile realizzare questa iniziativa grazie alla disponibilità di alcuni ragazzi dei nostri gruppi parrocchiali, che con cadenza regolare, dotati di opportuno tesserino di riconoscimento, si recano nei punti vendita per ritirare la “spesa sospesa” e portarla presso il nostro magazzino. Chi desidera contribuire può recarsi a fare la spesa in questi punti vendita. Infine, è sempre presente ai piedi dell’altare la cesta della fraternità, per chi volesse depositare direttamente in Parrocchia i generi alimentari acquistati. È possibile contribuire anche con donazioni sull’IBAN della Parrocchia, con causale “Cesta della fraternità”.

Un grosso pensiero di gratitudine va a tutti coloro che hanno già dato un contributo con un’offerta economica o donando alimenti.


San Vincenzo

La San Vincenzo ha sospeso le abituali visite domiciliari ma si è mantenuta in stretto contatto con le famiglie accompagnate, intervenendo per supportarle in caso di necessità, con appuntamenti dedicati, ricevendole nei locali parrocchiali e prendendo tutte le precauzioni sanitarie necessarie.


Centro d’Ascolto Pier Giorgio Frassati

Il Centro d’Ascolto ha sospeso la consueta attività nella sede del vicolo Crocetta, ma ha mantenuto un dialogo costante con le persone già seguite, per gestire eventuali emergenze. Attraverso gli strumenti di incontro virtuali continua a lavorare, in sinergia con la San Vincenzo e il Banco Alimentare, per farsi carico delle nuove segnalazioni arrivate.

In emrgenza COVID-19 i volontari operano solo telefonicamente, con ascolto attivo il lunedì mattina e il giovedì pomeriggio.

Per le richieste di aiuto è attivo anche questo indirizzo di posta elettronica ascolto@parrocchiacrocetta.it


Servizio volontari per il carcere

Il servizio dei volontari che prevedeva la presenza in carcere è stato interrotto a marzo, quando sono state sospese tutte le visite. Non è mai stata sospesa invece la vicinanza ai fratelli detenuti che è stata tenuta viva dai volontari con la preghiera, o inviando lettere tramite i cappellani.

Il gruppo di volontari ha comunque sostenuto le richieste giunte dai cappellani, sia per la raccolta di abiti estivi, sia per l’accompagnamento di parenti in visita, quando in estate le visite di persona sono state riaperte.

Al momento le consuete attività di servizio (colloqui, incontri di catechesi, animazione alla S. Messa…) all’interno del carcere continuano a rimanere sospese; i cappellani hanno comunque individuato altri servizi esterni per i quali i volontari potrebbero essere di supporto. Proprio nei prossimi giorni è previsto un incontro con il fine di comprendere meglio come indirizzare le disponibilità di ciascuno.

L’invito a tutti i membri della nostra Comunità è di ricordare i fratelli in carcere nella propria preghiera

Non si è mai fermato, infine, l’impegno personale di moltissimi parrocchiani nel seguire le situazioni di difficoltà incontrate nella propria vita di tutti i giorni: uno stile di Carità feriale continuativa fatto di gesti e attenzioni, che auspichiamo possa diventare sempre più diffuso e condiviso.

Vigiliamo per combattere l’indifferenza verso il prossimo che la pandemia rischia di accrescere, mantenendo acceso il nostro sguardo sul mondo e sulle sue diseguaglianze e cercando di trovare nuove forme di sostegno ai fratelli più bisognosi, pur nelle difficoltà che stiamo vivendo.

 

L’Equipe Caritas Parrocchiale

Contattaci

Tel.: +39 011 599233
Email: segreteria parrocchiale
Email: amministrazione parrocchiale
Website: www.parrocchiacrocetta.org
corso Einaudi 23 - 10129 Torino TO
  C.F.: 975 25 13 0015
IBAN: IT62 S030 6909 6061 0000 0007699